Davide Sapienza: A Chiaravalle. L’invisibile canto del silenzio


.

Nel 2010 Davide Sapienza e il fotografo Andrea Aschedamini soggiornarono, ospiti dei frati cistercensi, al Monastero di Santa Maria di Chiaravalle, fondato nel 1135 da San Bernardino di Clairvaux. Da quell’esperienza nacque L’invisibile canto del silenzio, composta dal dialogo di poesie autografe di Sapienza con le immagini in b/n di Aschedamini, edito da EDUCATT per l’università Cattolica di Milano. I silenzi del monastero avvolti dai silenzi dei tanti suoni minimi di quell’area di Milano, ai confini con le nebbie delle pianure, sono una core area fascinosa e lì il cammino senza meta apparente, sarà una dolce deriva per assecondare il richiamo della quiete, dove la città apre i suoi spazi all’immaginazione verso l’orizzonte, ascoltando l’invisibile canto del silenzio.

.

.

APPUNTAMENTO

Sabato 30 ottobre

10.00

MM3 Corvetto – uscita Corso Lodi

8 euro

Info/Prenotazioni: info@passeggiatedautore.it – 3392220777

.

L’AUTORE

Davide Sapienza, scrittore, giornalista, traduttore di classici moderni e contemporanei (Jack London, Barry Lopez, E.A. Poe, A. C. Doyle) lavora in editoria dal 1984. Gli inizi sono nel mondo della musica come giornalista e conduttore radiotelevisivo (RAI3, Radio Popolare) e autore di libri rock molto popolari fino a essere label manager di Rykodisc Europe. Dopo aver scelto di vivere in montagna e una lunga serie di viaggi (in particolare nell’Artico) nel 2004 pubblica da BaldiniCastoldi I Diari di Rubha Hunish (che ottiene il riconoscimento del Premio Chatwin) che lo porta a diventare autore di reportage di viaggio per prestigiosi magazine e quotidiani (La Stampa, Corriere della Sera). Ma la scrittura per Sapienza è il risultato della pratica geopoetica alla quale si è dedicato negli ultimi venticinque anni. E se tra i suoi libri più noti (La musica della neveScrivere la naturaCamminandoIl Geopoeta. Avventure nelle terre della percezione) ci sono queste tracce è perché sul campo realizza progetti ispirati a questi principi (come ad esempio il lungo cammino La Via dei Silter in Lombardia), anche per progetti internazionali (Minett Biosfera UNESCO in Lussemburgo, in Norvegia per il Nordland Nasjonalparksenter e poi per Bodo2024 Capitale Europea della Cultura), o storici (come la sceneggiatura di Scemi di Guerra di Enrico Verra). Nel 2009 la Tv Svizzera Italiana gli ha dedicato il documentario La Sapienza di Davide. Parole in camminoDi particolare valore formativo il lavoro coi poeti nativi americani Lance Henson e John Trudell. Tra i principali riconoscimenti: Pigna d’Argento (Bormio 2011, premio Alpinia), Ghiande di Cinemambiente (Torino, 2015). Dal 2012 parte dell’officina culturale ALPES di Milano. Nel 2020, ha firmato La Valle Nel Virus con Gessica Costanzo, libro dedicato alla pandemia in Val Seriana. 

 

IL LIBRO

L’invisibile canto del silenzio. Parole e immagini nell’Abbazia di Chiaravalle, foto di Andrea Aschedamini, testi di Davide Sapienza

Un fotografo e uno scrittore trascorrono un giorno e una notte nell’Abbazia di Chiaravalle, condividendo con i frati i luoghi e i tempi di una quotidianità scandita dal lavoro e dal raccoglimento, in un mondo che, pur immerso nella città e circondato da realtà più critiche e sofferenti, ne stravolge i canoni e impone al visitatore che viene “da fuori” un silenzio tale da «togliere il fiato». Da questa esperienza di riflessione, raccoglimento e insieme di (ri)scoperta nasce il libro L’invisibile canto del silenzio. Parole e immagini nell’Abbazia di Chiaravalle. Un percorso insolito e suggestivo all’interno di uno dei luoghi più affascinanti del capoluogo lombardo, guidato dallo sguardo di Andrea Aschedamini e interpretato dalla scrittura poetica di Davide Sapienza, con una realizzazione che mescola immagini e testi autografi.

Articoli sullo stesso argomento

LASCIA UN COMMENTO